Taggato: cibi.biologici

0

Notiziario di SSNV – settembre 2015

Cari lettori, è disponibile da oggi il quinto numero del notiziario di SSNV, che potete scaricare gratuitamente in pdf dal seguente link: www.scienzavegetariana.it/download/notiziario-ssnv-2015-09.pdf Riportiamo qui sotto l’editoriale di apertura di questo numero e il...

Un pizzico di anti-ossidanti: erbe aromatiche e spezie 0

Un pizzico di anti-ossidanti: erbe aromatiche e spezie

Michael Greger, MD. Antioxidants in a Pinch: Dried Herbs and Spices. September 6, 2012. Dr. Greger’s Medical Nutrition Blog. NutritionFacts.org. Traduzione a cura di Valentina Carpanese per InformazioneAlimentare.it   A Washington DC siamo fortunati...

Rio+20: sostenibilità e consumo di carne 0

Rio+20: sostenibilità e consumo di carne

bottone_ssnv

Pubblicato da Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana il 15 luglio 2012. ScienzaVegetariana.it

Cosa si mangiava alla conferenza internazionale sul consumo sostenibile?

Rio+20 è il nome che indica la “Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile” che si è tenuta a Rio de Janeiro, in Brasile, nel giugno del 2012.

Alla vigilia del meeting, Frances Kissling e Peter Singer si chiedevano, sulle pagine del Washington Post: “Ma che cosa prevede il menu?” riferendosi proprio ai pranzi e cene ufficiali del meeting.

Non si tratta certo di una domanda dettata da curiosità culinarie, al contrario, essa racchiude un significato molto profondo e importante, visto che una grossa fetta di impatto ambientale – compresa la produzione di gas serra – è dovuta proprio alla produzione alimentare.

Parlando di sostenibilità, dunque, questo aspetto è davvero basilare, come indica il titolo dell’articolo stesso: “Per riaggiustare il clima, togliete la carne dal menu”.

Ecco l’articolo tradotto, con il gentile consenso degli autori.

Per riaggiustare il clima, togliete la carne dal menu
15 giugno 2012

Oltre 50.000 funzionari delle Nazioni Unite, scienziati, ambientalisti e qualche capo di Stato si riuniranno la prossima settimana a Rio de Janeiro per una conferenza sullo sviluppo sostenibile. Si riuniscono vent’anni dopo il primo Earth Summit tenuto nella stessa città, e l’obiettivo, ora come allora, è capire come diminuire le emissioni dei pericolosi gas serra e aiutare il miliardo e 300 milioni di persone che vivono in povertà estrema. O, in poche parole, come possiamo vivere in modo etico senza minacciare la possibilità delle generazione future di essere, semplicemente, in grado di sopravvivere.

Questo è l’ordine del giorno.

Ma quello che vogliamo sapere è: cosa prevede il menu? Nello specifico, durante quest’enorme riunione sui cambiamenti climatici, verrà servita carne – la cui produzione e consumo è una delle principali cause dei cambiamenti climatici?

Abbiamo cercato di scoprirlo.

La prima risposta alle nostre richieste via mail ha ignorato la domanda, e ha sottolineato con orgoglio l’impegno dell’evento a essere “verde”. Un portavoce dell’ONU ha risposto:”Ci sono state parecchie azioni intraprese sia dal governo brasiliano che dal segretariato delle Nazioni Unite per rendere ‘verde’ la conferenza di Rio. Per prima cosa, la conferenza sarà ‘papersmart’, senza documentazione stampata a meno che non si faccia una richiesta esplicita. So anche che il governo brasiliano ha affrontato la questione del consumo di plastica”.

Continuando ad indagare, abbiamo saputo da un altro portavoce che “il catering servirà cibo biologico”. Il che sembra una bella cosa, peccato che questo sia utile all’ambiente solo se si parla di cibo vegetale, mentre se si parla di “manzo biologico” questo produce ancora più metano dei suoi fratelli e sorelle trattati peggio negli allevamenti intensivi.