Taggato: contaminaz.fecale

La produzione di carne di pollo e tacchino promuove l’antibiotico resistenza 0

La produzione di carne di pollo e tacchino promuove l’antibiotico resistenza

Physicians Committee for Responsible Medicine. Chicken and Turkey Products Promote Antibiotic Resistance. April 1, 2013. Breaking Medical News. PCRM.org – Traduzione di InformazioneAlimentare.it   Ogni anno la Food and Drug Administration rilascia un rapporto...

Contaminazione fecale nel pollame al dettaglio 0

Contaminazione fecale nel pollame al dettaglio

Physicians Committee for Responsible Medicine. Fecal Contamination in Retail Chicken Products. April 2012. Reports. PCRM.org – Traduzione di Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana. 5 maggio 2012. ScienzaVegetariana.it

Una recente ricerca sul pollame in commercio negli USA mostra che circa la metà è contaminato da feci.

Da un rapporto del PCRM – Physicians Committee for Responsible Medicine – dell’aprile 2012.

La contaminazione fecale è sorprendentemente comune negli alimenti a base di carne di pollo venduti nei negozi di alimenti negli USA. In questo studio, alcuni ricercatori, in collaborazione con il PCRM, hanno testato questi prodotti, in vendita in 15 catene di negozi alimentari di 10 città USA, ricercando la presenza di feci. Un laboratorio di analisi certificato e indipendente di Chicago, Illinois, ha testato la presenza di E. coli come segno di contaminazione fecale. Sono risultati positivi per contaminazione fecale prodotti provenienti da ogni città e da ciascuna catena di negozi. Nel complesso, il 48% dei campioni è risultato positivo al test.

Contaminazione fecale di prodotti da pollame in 10 città USA

Città
Negozio di alimentari
% di prodotti contaminati
Charleston, S.C
 
Harris Teeter
33%
Publix
33%
Chicago, Ill.
 
Dominick’s
33%
Jewel-Osco
67%
Dallas, Texas
Albertsons
33%
Kroger
100%
Denver, Colo.
 
Albertsons
50%
Safeway
67%
Houston, Texas
 
H-E-B
17%
Randalls
17%
Miami, Fla.
 
Publix
50%
Winn-Dixie
83%
Milwaukee, Wis.
 
Pic ‘n Save
17%
Piggly Wiggly
50%
Phoenix, Ariz.
 
Fry’s
50%
Safeway*
0%
San Diego, Calif.
 
Albertsons
17%
Ralphs
83%
Washington, D.C.
 
Giant
83%
Safeway
67%

* Indica un negozio in cui è stato attuato un secondo test, che ha dimostrato che il 60% dei campioni era positivo alla contaminazione fecale.

Contesto

Nelle condizioni tipiche dell’allevamento e del trasporto dei polli, gli animali defecano gli uni sugli altri, e normalmente rimangono in mezzo alle feci, proprie e altrui. Inoltre le feci sono presenti nell’intestino al momento della loro macellazione. Il risultato è che le feci sono presenti comunemente negli allevamenti di pollame, nei veicoli di trasporto e negli impianti di macellazione.

Un tipico impianto di lavorazione di grandi dimensioni può macellare più di un milione di animali alla settimana.1 I polli vengono storditi, uccisi, dissanguati e fatti passare in vasche di scottamento, che rendono più facile l’eliminazione delle piume, ma che si trasformano anche in serbatoi che trasferiscono le feci da una carcassa all’altra. Dopo lo scottamento, le piume e gli intestini vengono rimossi meccanicamente. Il contenuto degli intestini può finire nei macchinari e contaminare i muscoli e gli organi dei polli stessi, e di quelli che vengono lavorati in seguito.

USA: quasi metà del pollame nei supermercati è contaminato da feci 0

USA: quasi metà del pollame nei supermercati è contaminato da feci

Physicians Committee for Responsible Medicine. Nearly Half of Supermarket Chicken Tainted by Feces, Testing Finds. April 11, 2012. News Release. PCRM.org – Traduzione di InformazioneAlimentare.it

Prodotti avicoli, raramente testati per la contaminazione: causano 1,5 milioni di malati all’anno

WASHINGTON—Quasi metà del pollame commercializzato da marchi nazionali e venduto nei supermercati è contaminato da feci, secondo i risultati dei test di laboratorio compiuti su campioni provenienti da catene di negozi alimentari nelle 10 città principali degli Stati Uniti. L’esame è stato condotto da un laboratorio di test analitici indipendente su richiesta dell’organizzazione non profit Physicians Committee for Responsible Medicine.

Il PCRM ha esaminato pollame proveniente dagli allevamenti Perdue, Pilgrim’s e Sanderson, così come altre 22 marche popolari. I test hanno rivelato che il 48% dei campioni di pollo risultavano positivi alla contaminazione fecale, indicato dalla presenza di batteri coliformi che si trovano comunemente nelle deiezioni avicole. La specie Escherichia coli è un tipo di batterio coliforme e un indicatore specifico usato negli impianti di macellazione e lavorazione per controllare la contaminazione facale dei prodotti alimentari e dell’acqua.

I campioni di pollame da ogni città e ogni catena di negozi sono risultati positivi. A Dallas, il 100% del pollo acquistato nel negozio Kroger’s è risultato positivo per la presenza di materia fecale. A Washington D.C. è risultato positivo l’83% del pollo acquistato al negozio Giant e il 67% acquistato al Safeway. Campioni sono stati analizzati anche a Charleston (Carolina del Sud), Milwaukee, Phoenix, Chicago, Denver, Houston, Miami e San Diego.

“Un pollo del supermercato su due è contaminato da feci,” afferma il presidente del PCRM dottor Neal Barnard. “I confezionatori di carne non possono evitare di contaminare il pollame durante la produzione e i consumatori, in circa metà dei casi, cucinano e mangiano feci avicole.”

Era molto probabile che il petto di pollo senza pelle contenesse tracce fecali, e sia i prodotti “biologici” che quelli “convenzionali” erano frequentemente contaminati.

Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) sta ora valutando di privatizzare il controllo del pollame. La proposta sarebbe quella di ridurre il tempo che i lavoratori del pollame hanno per ispezionare la presenza di feci nelle carcasse, potrebbe quindi significare che più pollame contaminato raggiunga gli scaffali dei supermercati