Taggato: GranBretagna

0

Frutta e verdura per non morire giovani

Aumentare il consumo di frutta e verdura può prevenire la morte prematura, secondo una nuova rassegna pubblicata online sul Journal of Epidemiology and Community Healt. I ricercatori hanno seguito 65 226 partecipanti al Health...

Dati affidabili: come riconoscerli? 0

Dati affidabili: come riconoscerli?

Pubblicato da Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana il 4 agosto 2013. SSNV News. ScienzaVegetariana.it   Cari lettori, segnaliamo la disponibilità del video di una conferenza tenuta dalla dottoressa Luciana Baroni nel maggio scorso: Dati affidabili: come...

Carne, latticini e altri cibi malsani peggiorano l’invecchiamento 0

Carne, latticini e altri cibi malsani peggiorano l’invecchiamento

Physicians Committee for Responsible Medicine. Eating More Meat, Dairy, and Other Unhealthful Foods Leads to Worse Aging. April 17, 2013. Breaking Medical News. PCRM.org – Traduzione di InformazioneAlimentare.it   In seguito a un follow-up...

La dieta vegetariana riduce il rischio di malattie cardiache 0

La dieta vegetariana riduce il rischio di malattie cardiache

Physicians Committee for Responsible Medicine. Vegetarian Diet Reduces Risk of Heart Disease. January 31, 2013. Breaking Medical News. PCRM.org – Traduzione di InformazioneAlimentare.it   I vegetariani sono soggetti ad un rischio ridotto di malattie...

Le diete vegetariane riducono il rischio di malattie cardiovascolari 0

Le diete vegetariane riducono il rischio di malattie cardiovascolari

Pubblicato da Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana il 10 fabbraio 2013. ScienzaVegetariana.it   Lo dimostrano i risultati del nuovo studio Epic-Oxford di gennaio 2013. Sulla base dei risultati dello studio Epic-Oxford (appena pubblicati sul...

Carne, dannosa per te e per l’ambiente 0

Carne, dannosa per te e per l’ambiente

Physicians Committee for Responsible Medicine. Meat Bad for You and Environment. September 12, 2012. Breaking Medical News. PCRM.org – Traduzione di InformazioneAlimentare.it   Le persone che consumano la minor quantità di carne rossa e trasformata...

Il morbo della mucca pazza 0

Il morbo della mucca pazza

Physicians Committee for Responsible Medicine. Mad Cow Disease. 2012. Health Topics. PCRM.org – Traduzione di InformazioneAlimentare.it

L’encefalite spongiforme bovina (BSE) anche conosciuta come morbo della mucca pazza è apparsa in più di 20 paesi inclusi gli Stati Uniti.1 Le autorità sanitarie ritengono che sia la più probabile causa di una variante della malattia di Creutzfeldt-Jakob (vCJD), una malattia letale del cervello che ha colpito 217 persone nel mondo dall’epoca della prima segnalazione della malattia nel 1996.1

Dopo la scoperta di quattro casi di BSE nel bestiame statunitense, gli americani sono ora più consapevoli che la BSE rappresenti una minaccia per la salute di derivazione locale. Esistono crescenti preoccupazioni riguardo BSE e vCJD e la necessità di un’azione correttiva per proteggere la salute di uomini e animali negli Stati Uniti:

  • Le condizioni che hanno portato allo comparsa della BSE in Gran Bretagna si sono presentate anche negli Stati Uniti.
  • L’agente che causa la BSE si è già diffuso in almeno quattro vacche e qualche altra specie animale negli Stati Uniti. La misura in cui BSE e altre encefalopatie hanno contaminato gli alimenti ad uso umano è sconosciuta.

Solamente nel 2008, più di 350 americani sono morti di malattia di Creutzfeldt-Jakob, e la possibilità che la BSE abbia giocato un ruolo in qualcuna di queste morti non può essere esclusa. La vCJD può essere confermata solo con una biopsia del tessuto cerebrale o un’autopsia.1

Malattie cerebrali bovine

L’encefalopatia spongiforme bovina è una malattie letale del sistema nervoso centrale identificata per la prima volta nel Regno Unito nel 1986.

Le vacche affette mostrano aumentata apprensione, scarsa coordinazione, difficoltà a camminare e perdita di peso. Le infezioni che causano la BSE, evidentemente, esistevano già diversi anni prima che la malattia fosse riconosciuta in Inghilterra.2-4

La BSE non è limitata alla Gran Bretagna. E’ stata trovata nel bestiame nativo in più di una dozzina di paesi. Il primo caso negli Stati Uniti è stato riportato nel dicembre del 2003.

Malattie cerebrali umane correlate

La vCJD, come altre encefalopatie trasmissibili, priva un individuo malato delle facoltà mentali e della coordinazione muscolare, conducendo infine al coma o alla morte. Questa categoria di malattie è causata da prioni, proteine normali nella loro composizione molecolare, ma anormali nella forma, come molle deformate per snervamento. Si ritiene che la vCJD risulti dal contatto con i prioni presenti nei tessuti di animali affetti da BSE – detta morbo della mucca pazza – i quali, a loro volta, distorcono le normali proteine del cervello umano e delle cellule nervose. Anche solo minuscole quantità di tessuti contaminati da prioni sono sufficienti perché la malattia possa essere trasmessa.5 I prioni si concentrano nel cervello e nella colonna vertebrale, ma sono stati rilevati anche in sangue e tessuti muscolari. I prioni sono molto difficili da distruggere, anche con metodi di disinfezione chimica o termica in uso negli ospedali. Il riscaldamento a 134 °C non riduce la loro infettività.6