Taggato: vegan

Raccomandazioni per una nutrizione ottimale 2011 0

Raccomandazioni per una nutrizione ottimale 2011

Share

Michael Greger, MD. Optimum Nutrition Recommendations. September 12, 2012. Dr. Greger’s Medical Nutrition Blog. NutritionFacts.org. Traduzione a cura di Valentina Carpanese per InformazioneAlimentare.it

kaleNel video del giorno di NutritionFacts.org di oggi, Golden glow, e in quello di domani, Produce, not pills to increase physical attractiveness, ho presentato una nuova ricerca secondo la quale il consumo di vegetali a foglia verde scuro fa sembrare più sano l’aspetto dei Caucasici*, grazie alla deposizione di carotenoidi nella pelle. Tuttavia, assumendo gli stessi fitonutrienti in formato pastiglia, la cosa non funziona.  Dovremmo ricavare tutti i nutrienti che possiamo dalle piante, non dalle pastiglie. 

Il complesso delle evidenze scientifiche suggerisce che l’alimentazione più sana è quella totalmente vegetale con fortificazione di vitamina B-12. Per una nutrizione ottimale, dovremmo assicurarci di includere nei pasti di ogni giorno non solo una vasta gamma di cereali, legumi, frutta secca, semi, frutta, e quante più verdure riusciamo a mangiare, ma anche nello specifico vegetali a foglia verde scuro, frutti di bosco, e té bianco (o verde).

Si dovrebbe prestare particolare attenzione ai seguenti nutrienti:

Vitamina B12

  • Almeno 2500 mcg (µg) di cianocobalamina una volta la settimana, preferibile l’integratore masticabile, sublinguale o liquido.
    • o almeno 250 mcg di cianocobalamina al giorno (non dovete preoccuparvi di assumerne troppa).
    • o 3 porzioni di cibi forticati con vitamina B12 al giorno, ciascuna porzione deve contenere almeno il  25% U.S. “Daily Value”, indicato sull’etichetta della confezione.
  • Consiglio: se avvertite sintomi da carenza, il più affidabile è il test per l’acido metilmalonico MMA nelle urine (non la B12 sierica)

[Nota di InformazioneAlimentare.it: in Italia si trovano solo supplementi da 2000 mcg, che si rivelano però sufficienti anche secondo le raccomandazioni della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana]

Acidi grassi Omega-3

250 – 500 mg di integratore di DHA e/o EPA derivato da lieviti o alghe al giorno

[Nota di InformazioneAlimentare.it: altri rinomati nutrizionisti vegan non sostengono la necessità di integrare il DHA, mentre altri ancora raccomandano quantità significativamente minori. Si vedano, come esempi: Food Guide for Vegans di Virginia Messina e Omega-3 Fatty Acid Recommendations for Vegetarians di Jack Norris]

Diabete in crescita tra gli adolescenti 0

Diabete in crescita tra gli adolescenti

Share

Pubblicato da Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana il 9 giugno 2012. ScienzaVegetariana.it   Diffusione del diabete in crescita in USA ed Europa, rischio ridotto per i vegetariani. [Comunicato stampa] Paesi differenti, identica tragedia: diffusione...

Matteo Ruscigno, medico e atleta vegan 0

Matteo Ruscigno, medico e atleta vegan

Share

Pubblicato da Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana il 3 maggio 2012. ScienzaVegetariana.it   Alcune osservazioni del dott. Ruscigno in merito all’assorbimento del ferro. Medico americano, vegano da quindici anni, è presidente del Gruppo Nutrizione...

Nessun legame tra SSNV e VeganFest 0

Nessun legame tra SSNV e VeganFest

Share

Pubblicato da Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana il 19 aprile 2012. ScienzaVegetariana.it   Comunicato del direttivo di SSNV del 18 aprile 2012. Come Direttivo di Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana – SSNV riteniamo importante...

Le diete vegan aiutano a combattere l’obesità 0

Le diete vegan aiutano a combattere l’obesità

Share

Physicians Committee for Responsible Medicine. Vegan Diets Help Fight Obesity. March 30, 2012. Dr. Barnard’s Blog. PCRM.org – Traduzione di InformazioneAlimentare.it   L’epidemia di obesità è motivo di allarme? Non secondo l’industria della carne,...

Corso ECM sull’alimentazione vegetariana. Perugia, 26-27 maggio 2012 0

Corso ECM sull’alimentazione vegetariana. Perugia, 26-27 maggio 2012

Share

Pubblicato da Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana il 10 aprile 2012. ScienzaVegetariana.it   Corso ECM di aggiornamento, aperto anche al pubblico generale. Alimentazione vegetariana: elementi di dietetica e stati fisiologici particolari. Madri e figli...

Serata a Torino: La salute del mondo comincia dal mio piatto 0

Serata a Torino: La salute del mondo comincia dal mio piatto

Share

Pubblicato da Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana il 31 marzo 2012. ScienzaVegetariana.it   Serata: La salute del mondo comincia dal mio piatto Serata al centro culturale Cafè Basaglia di Torino, dedicata all’Ambiente e all’impellente...

Convegno: La nuova era dell’Alimentazione 0

Convegno: La nuova era dell’Alimentazione

Share

bottone_ssnv

Pubblicato da Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana il 28 marzo 2012. ScienzaVegetariana.it

L’antica drogheria Caberlotto in collaborazione con il Centro Studi Bhaktivedanta (CSB) e la Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana (SSNV), invitano al convegno:

La nuova era dell’Alimentazione
Etica, salute integrata e sviluppo sostenibile attraverso scelte alimentari consapevoli

sabato 14 aprile dalle 16 alle 19

Centro Culturale Candiani P.zzale Candiani 7 – Mestre

Ingresso libero, è gradita la prenotazione

Presentazione

Esiste una dieta ideale per l’uomo? Quali sono gli alimenti che favoriscono una buona salute fisica? Il cibo influenza anche il nostro comportamento? Le nostre scelte alimentari che impatto hanno sull’ambiente in cui viviamo?

Il convegno “La nuova era dell’Alimentazione” si pone come obiettivo quello di dare risposte chiare ed esaustive a questi importanti interrogativi. Riteniamo che in questa società che mostra sempre più i sintomi di un malessere diffuso su diversi piani (dalla salute psicofisica delle persone allo sfruttamento indiscriminato dell’ambiente, dalla conflittualità relazionale ad uno sfrenato egocentrismo, dalla finanza tossica alla cultura del superfluo), sia arrivato il momento di tirare le somme per comprendere quali aspetti del nostro vivere quotidiano debbano essere necessariamente rivisti se vogliamo liberarci da questo dilagante disagio, oggi evidente anche ai meno accorti.
Esiste una visione dell’uomo e dell’universo che permette il riequilibrio di tutti gli ambiti della nostra vita, una visione olistica in cui le parti e il tutto si influenzano vicendevolmente coesistendo in un rapporto armonico e di reciproco sostengo. “Anna prasanna” affermano i saggi della cultura antico indiana: tutto è cibo, tutto concorre alla formazione della nostra persona e il tipo di alimentazione che scegliamo di adottare gioca in questo processo un ruolo determinante.