si può fare qualcosa per il colesterolo?

Moderatore: Staff moderatori

april
Messaggi: 366
Iscritto il: dom lug 30, 2006 12:10 pm

Messaggio da april » mar nov 14, 2006 6:35 pm

Mah... leggevo qualche giorno fa un articolo del dr Esselstyn, che ha raggiunto importanti risultati nel far regredire malattie coronariche solo con l'alimentazione, che raccomandava anche un regolare esercizio fisico e una dieta low-fat o fatfree. L'olio di oliva, anche a crudo, viene escluso o limitato al massimo. Se ritrovo il link te lo posto.
Fuhrman ad esempio lo esclude completamente perché dice che è ricco di grassi saturi. Al massimo un cucchiaio a crudo al giorno per chi non ha assolutamente problemi di peso. Dedica tutto un capitolo di critica alla dieta Mediterranea in cui in sostanza spiega come i benefici non derivino dall'olio di oliva. McDougall non l'ho letto, ma credo che anche lui lo escluda.

Aspettiamo gli altri per informazioni più precise.

ciao

Avatar utente
ERY
Messaggi: 319
Iscritto il: ven set 29, 2006 5:02 pm

Messaggio da ERY » mar nov 14, 2006 7:12 pm

Bè ma io non ho malattie cardiovascolari, cavoli....tutti questi controlli stanno diventando stressanti! Alla fine esagerare con le attenzioni fa vivere male dal punto di vista psicologico e così questa diventa una dieta che accorcia la vita invece di allungarla!! Sicuramente i medici sono degli esperti e sanno ciò che dicono, ma bisogna anche fare una giusta via di mezzo tra il benessere del corpo e quello della mente! :oops:
-Vegan is better-

-Magie Vegan-

april
Messaggi: 366
Iscritto il: dom lug 30, 2006 12:10 pm

Messaggio da april » mar nov 14, 2006 7:47 pm

L'alimentazione low-fat o fatfree non è consigliata solo a chi ha dei problemi, ma a chiunque per massimizzare i benefici dell'alimentazione vegan. Non devi vederle come delle diete capestro che ti fanno impazzire. Se ti piace cucinare non dovrebbe essere un problema perché si escludono (o si limitano al massimo) solo pochi alimenti e poi non c'è bisogno di grandi attenzioni. Ho letto che negli Stati Uniti ci sono diversi ristoranti che nel loro menu prevedono piatti per chi sta attento a queste cose.
Forse ti sei immaginata qualcosa di molto restrittivo, ma sono piani alimentari (o semplicemente abitudini alimentari) molto ricchi e vari che non prevedono calcoli o porzioni e non sono un attentato al benessere psichico :D, anzi.
Cmq già solo seguendo un'alimentazione vegan che includa molti vegetali e si usino cereali non raffinati si riducono molti fattori di rischio.

ciao :wink:

seitanterzo
Staff moderatori
Messaggi: 2428
Iscritto il: dom ago 06, 2006 2:16 pm
Autenticazione: a9a9a9a9a9a9
Località: Roma

Messaggio da seitanterzo » gio nov 16, 2006 2:07 pm

Anche se un valore sotto i 150 sarebbe ideale, 180 non è comunque allarmante (potrebbe anche dipendere da cause genetiche, in quel caso bastano gli accorgimenti che già ci stai mettendo) ed oltre a tutte le attenzioni sugli alimenti bisogna anche svolgere una sana e regolare attività fisica.
Non conoscevo quella marca di fette biscottate, le aggiungerò alla mia dispensa, grazie! :-)

Avatar utente
ERY
Messaggi: 319
Iscritto il: ven set 29, 2006 5:02 pm

Messaggio da ERY » gio nov 16, 2006 8:13 pm

sicuramente c'è un fattore genetico, nella mia famiglia ci sono persone con il colesterolo alto...cercherò di mantenerlo a 180! Magari un anno non basta per abbassarlo, forse ci vuole più tempo!
Comunque la marca Wasa non si trova dappertutto ma fa un sacco di tipi di fette, con il segale, con il riso.....buooone! sostituiscono perfettamente anche i crakers o il pane!
-Vegan is better-

-Magie Vegan-

Avatar utente
Fox_Mulder
Amministratore
Messaggi: 1321
Iscritto il: lun lug 03, 2006 1:28 pm
Autenticazione: 132435465768
Località: Oslo, Norvegia.
Contatta:

Messaggio da Fox_Mulder » ven nov 17, 2006 2:46 pm

si ery hai ragione, non deve assolutamente diventare una ossessione, sennò si diventa immuni dalle malattie ma si finisce in manicomio... :) cmq come dice april quei piani dietetici sono molto liberi quando li vai a studiare bene ;)

Cmq ripeto, 150 è un valore piuttosto difficile da raggiungere, e se non lo si raggiunge non è detto che si sta sbagliando qualcosa! Quindi Ery, tranquillizzati. Diciamo che <150 è un valore ottimale per far regredire eventuali situazioni arteroscerotiche, di placche, etc, almeno secondo gli studi di ornish e altri medici, ma per raggiungere prevedono appunto piani alimentari particolari.
Secondo gli studi più il colesterlo è basso più si diminuisce il rischiodi malattie cardiovascolari, ma non vuol dire che 180 sia ad alto rischio, tutt'altro ;)

pensa che al tg2 salute (.... :roll: ) l'altro ieri dicevano che il livello massimo da non superare era di 240 :D lasciamo stare va!

Avatar utente
ERY
Messaggi: 319
Iscritto il: ven set 29, 2006 5:02 pm

Messaggio da ERY » mer nov 22, 2006 11:52 pm

per tornare un attimo sull'argomento "grassi idrogenati".....a quanto ne so la margarina è nociva per definizione, poichè per ottenere un grasso vegetale allo "stato solido" è necessario idrogenarlo...detto in parole povere....ma allora un prodotto come Earth Balance Margarine ( http://www.earthbalance.net/product.html ) come può essere totalmente privo di grassi dannosi eppure essere considerato margarina?
grazie
-Vegan is better-

-Magie Vegan-

april
Messaggi: 366
Iscritto il: dom lug 30, 2006 12:10 pm

Messaggio da april » gio nov 23, 2006 12:16 am

Probabilmente contiene oli tropicali ricchi di grassi saturi.

Ti riporto una risposta della Baroni:

Riguardo al dilemma margarina, purtroppo tutto quello che è "grasso solido" se non è zuppa è pan bagnato: deve contenere grassi polinsaturi ma transidrogenati, e quindi trasformati in modo da farli diventare "rigidi" (come le margarine tradizionali) oppure deve contenere elevate quantità di grassi saturi, rigidi per propria natura, come accade per quelle biologiche, rese solide grazie all'uso di olii tropicali, ricchissimi di acidi grassi saturi.

In sintesi: tutti i grassi che sono solidi a temperatura ambiente (margarine, lardo, strutto ed olii tropicali) sono dannosi per la salute, senza distinzione di origine. Tali grassi sono altresì adatti alle cotture ad elevate temperature, perchè si mantengono inalterati grazie all'elevato punto di fumo, e sono quindi estesamente utilizzati anche nei prodotti biologici da forno o "densi" (tipo le imitazioni della nutella).

Vanno tutti scoperti leggendo l'etichetta con attenzione (grassi vegetali non meglio specificati, idrogenati o non idrogenati, olio di cocco ed olio di palma) e NON vanno consumati i prodotti che li contengono.


ciao

Avatar utente
Fox_Mulder
Amministratore
Messaggi: 1321
Iscritto il: lun lug 03, 2006 1:28 pm
Autenticazione: 132435465768
Località: Oslo, Norvegia.
Contatta:

Messaggio da Fox_Mulder » gio nov 23, 2006 12:18 am

beh evidentemente se non ci si mette d'accordo con le definizioni succede questo nel mercato...margarina secondo il dizionario è un grasso solido, tutto qui, poi il procedimento usato non è nella definizione.
Non ho idea di come sia stato creato quel mostro del link, un frankestein della chimica :) gli stdio a supporto delle loro affermazioni sul beneficio dei loro prodotti sono stati tutti fatti su animali eccetto uno...e chissà come è stato fatto.
Io dubito fortemente di questi prodotti, e se anche fossero benefici non ha senso usarli. Si ottengono risultati migliori senza ricorrere questi mostri...ah, il mercato!

Avatar utente
ERY
Messaggi: 319
Iscritto il: ven set 29, 2006 5:02 pm

Messaggio da ERY » gio nov 23, 2006 1:41 pm

bisogna evitare anche i prodotti dove è indicato "grassi non idrogenati" perchè significa che sono soprattutto saturi,giusto?


figuratevi che ho trovato il nome di questa margarina in un sito di ricette vegan....sicuamente lo conoscete, è fatfreeVeganRecipes....sono molto stupita in effetti....soprattutto perchè la scrittrice è una vegana incallita e quelli sono prodotti testati sugli animali!!!! incoerenza?! :roll:
-Vegan is better-

-Magie Vegan-

april
Messaggi: 366
Iscritto il: dom lug 30, 2006 12:10 pm

Messaggio da april » gio nov 23, 2006 3:02 pm

Ciao,

potresti scriverle e farglielo notare :wink:

E' questo il blog di cui parli? Le ricette non sono inserite dagli utenti? Ci sono diverse persone che hanno un'alimentazione fatfree vegan esclusivamente per ragioni salutistiche e quindi non pensano agli animali.

Su questo blog trovi inoltre ricette che si adattano ai piani di Fuhrman e McDougall. Sono sotto la voce Eat to Live e McDougall MWLP. In queste ricette non dovresti trovare ingredienti strani.

ciao

Avatar utente
ERY
Messaggi: 319
Iscritto il: ven set 29, 2006 5:02 pm

Messaggio da ERY » gio nov 23, 2006 5:54 pm

si, il sito è proprio quello ma la scrittrice stessa nomina quella margarina come "la migliore in quanto a gusto e completamente priva di grassi trans"! Non era un commento di qualcun altro, era il suo! se trovo la pagina ve la posto....mi pare che fosse nel suo blog personale e non nel sito di ricette!
in effetti anche io sono vegan più che altro per ragioni salutistiche che per ragioni animaliste, probabilmente anche la scrittrice lo è!
-Vegan is better-

-Magie Vegan-

francesca0589
Messaggi: 1
Iscritto il: gio lug 25, 2019 10:55 am
Autenticazione: nnn5mmij666kpjag7a2

Re: si può fare qualcosa per il colesterolo?

Messaggio da francesca0589 » gio lug 25, 2019 10:56 am

Questo articolo è davvero interessante:

https://www.educareyou.com/come-abbassa ... lesterolo/

Rispondi